Skip to content

BM / Musile – Algund

MUSILE SCIUPA TUTTO E CROLLA NEL SECONDO TEMPO

Seconda battuta d’arresto consecutiva tra le mure amiche per la Pallamano Musile (2° nelle ultime 3 gare disputate) che va a vanificare la straordinaria vittoria ottenuta la scorsa settimana a Dossobuono.
Ad un primo tempo di buon livello (12-9), ha fatto da contraltare una pessima seconda frazione di gioco: idee confuse in attacco ed una fase difensiva che ha fatto acqua da tutte le parti, hanno dato il là alla rimonta e alla meritata vittoria dell’Algund (20-24, il risultato finale).
Gli alto-atesini, con questo successo, raggiungono proprio Musile a quota 12 in classifica.
Starting Seven: Bresolin, Marian, Ferronato, Montagner L., Berto, Gasparini, Mutton
Musile si presenta allo scontro al vertice senza gli indisponibili Marco Boem ed Edoardo Montagner. Nonostante le assenze, la capolista del campionato affronta con buon impeto la partita: l’equilibrio in campo regna sovrano ed al 15′ i padroni di casa sono avanti di una sola lunghezza (6-5).
Un piccolo blackout, causato da alcune banali palle perse musilensi, permette agli ospiti di ribaltare la situazione (6-8 al 20′).
Il finale di frazione, tuttavia, è tutto a tinte rossoblù: trascinati da quattro reti di Ferronato (top scorer della partita con 11 gol), Musile confeziona un break di 6-1 ed al 30′ il tabellone dice 12-9.
Tornati dagli spogliatoi, l’Algund cambia assetto tattico difensivo e per i locali è notte fonda: al 36′ gli alto-atesini mettono la freccia avanti (13-14).
Grazie al buon lavoro svolto da Mutton sulla linea dei 6 metri, nel procurarsi diversi falli a tu per tu con il portiere ospite, Musile riesce almeno a muovere il tabellino su rigore (17-16 al 44′).
Oltre ai problemi cronici offensivi, dove la confusione e la chiara mancanza di idee e scelte logiche la fanno da padrona, pure nell’altra metà campo Algund ha vita facile nell’imporre il proprio ritmo e trovare valide soluzione al tiro con i propri esterni. Una fase difensiva poco consistente non consente ai portieri rossoblù di garantire il consueto apporto tra i pali: i tirolesi operano il contro-sorpasso ed, al 52′, toccano addirittura il +3 (19-22).
Gli ultimi minuti dell’incontro proseguono sulla stessa falsariga: nonostante alcune superiorità numeriche a vantaggio della squadra di coach Zanette, Musile riesce andare a segno solo una volta con Montagner L. Sono, infine, Costa e Carli a chiudere la pratica ed a consegnare il successo meritato agli ospiti: termina 20-24.
TABELLINO MUSILE: Berto 3, Bincoletto, Bresolin, Bressan, Cadamuro, Codispoti, Coghetto, Ferronato 11, Ferrotti, Gasparini, Marian 1, Miotto, Montagner L. 3, Mutton 2, Simonetto, Talon.

CLASSIFICA: Algund 12, Dossobuono 12, * MUSILE 12, ** Oriago 10, Torri 10, Padova 10, Malo 9, *** Venezia 9, Belluno 6, Campoformido 4, Schio 3, Povegliano 0. (* 1 partita in più / ** 2 partite in più / *** 2 partite in meno)