Skip to content

BM / Musile – Jolly Campoformido

SERIE B, BUONA LA PRIMA! LA DIFESA REGALA IL PRIMO SUCCESSO AL MUSILE

Esordio vincente per la Pallamano Musile che prevale 19-16 sul Jolly Campoformido, imponendo una prova fisica e di sostanza contro i tenaci e giovani avversari friulani.
Starting Seven: Bresolin, Codispoti, Ferronato, Sforzin, Berto, Simonetto, Mutton
Con una formazione iniziale inedita (esordio assoluto dal primo minuto per i giovanissimi Luca Sforzin, Nicola Simonetto ed Alvise Mutton), Musile parte contratto, soprattutto in difesa dove non riesce a contenere con efficienza gli 1vs1 dei terzini avversari.
È Andrea Ferronato, protagonista in avvio con tre reti delle prime quattro messe a segno dalla compagine di casa, a suonare la carica in fase offensiva. Musile fatica a trovare ritmo a causa di diverse esclusioni subite (una per Davide Berto, addirittura due per Stefano Gasparini). L’ingresso in campo del sempre immenso capitano Marco Boem rimette ordine ad una difesa che fino al 15′ non aveva dato le giuste garanzie.
Coach Zanette sfrutta a dovere la lunghezza della sua panchina: positivo, in questo frangente di gara, il rendimento in campo di Jacopo Serafin, Alberto Bressan, Luca Montagner ed Edoardo Montagner. Musile mette perfino la testa avanti, prima di subire allo scadere il goal del pareggio: il primo tempo si conclude sul 9-9.
Il secondo tempo inizia sulla falsariga degli ultimi dieci minuti della prima frazione: la registrata fase difensiva, impenetrabile nel settore centrale con Mutton, Boem, Ferronato e Montagner, non concede soluzioni al Jolly. Sale in cattedra tra i pali anche Marco Bresolin, autore di diversi interventi che mantengono la porta inviolata per buona parte del secondo tempo.
Il coach friulano prova ad interrompere l’inerzia con un timeout (13-10 al 44′), ma Musile continua a respingere colpo su colpo i tentativi di rimonta ospite, pur vanificando diverse conclusioni a tu per tu con il portiere. Un ritrovato Berto, oltre ai soliti Mutton e Ferronato, trascinano i rossoblú sul +6 (massimo vantaggio). Nel finale il Jolly prova con tutte le sue forze a riaprire i giochi, ma il destino della partita è già scritto: il match termina 19-16 ed i ragazzi di coach Zanette possono così ricevere i meritati applausi dal proprio pubblico, accorso numeroso per questa prima gara ufficiale di campionato.
Un risultato finale che, dal punto di vista realizzativo, probabilmente non soddisfa appieno per la grande quantità di occasioni sciupate dai 6 e dai 7 metri per tutta durata l’incontro. Tuttavia le note positive sono molteplici: aver conquistato i primi due punti della stagione, una compattezza difensiva che a questi livelli può fare la differenza ed il graduale inserimento dei giovani del vivaio (tutti classe 2001 e 2002), con una speciale menzione d’onore per Alvise Mutton ed Edoardo Montagner.
Prossimo impegno per la Pallamano Musile sabato prossimo sull’ostico campo dell’Arcobaleno Oriago (ore 20.00 a Mirano).