Skip to content

U17 / Musile – Belluno

MUSILE TRAVOLGE BELLUNO E RITROVA LA VITTORIA
Importante prestazione degli Under 17 che prevalgono di larga misura contro Belluno 35-12, al termine di una partita mai stata in discussione e condotta sin dalle prime battute.
Nonostante l’assenza di Giacomo Marian e le condizione fisiche precarie di Alessandro Lorenzon (già out contro Oderzo settimana scorsa), i ragazzi di Andrea Ferronato si sono imposti con autorità, sciorinando soprattutto buone trame di gioco collettive in seconda fase.
I padroni di casa partono con un assetto difensivo aggressivo che produce subito tanti recuperi: quattro reti di Momesso, oltre ad alcuni ottimi interventi di Simonella tra i pali, permettono a Musile di creare subito il break che “spacca” la partita (8-0 al 14′).
Già a metà prima frazione cominciano le prime rotazioni in casa rossoblu: la difesa si mantiene su buoni livelli, mentre in fase offensiva spesso si sprecano diverse buone situazioni a tu per tu con il portiere ospite (al 30′, Musile 14-3 Belluno).
Durante l’intervallo, il coach musilense cerca di mantenere alta la concentrazione per limitare alcuni banali errori tecnici: la squadra rientra in campo con il giusto piglio ed, al 36′, la gara è già in cassaforte (22-3). Da segnalare la prima rete ufficiale – all’esordio – per Sami Jabara.
Busato (top scorer con 11 reti) e De Ceglia continuano a bucare la rete nell’ultima parte della contesa. Nonostante il buon impatto di Billotto in porta, la difesa musilense – apparsa in questa fase un po’ troppo “allegra” – concede eccessive libertà ai tiratori bellunesi, permettendo alla
Firex di raggiungere e superare quota 10 sul tabellone.
La partita termina 35-12 per Musile, che torna a muovere così la classifica dopo 7 partite di astinenza dalla vittoria.
Il commento di coach Andrea Ferronato: “Sono soddisfatto di quanto visto sul campo, dell’abnegazione e dello spirito di sacrificio messo in campo dai ragazzi. Siamo in un periodo sfortunato dal punto di vista degli infortuni e delle assenze, ma la squadra ha dimostrato segnali di crescita davvero importanti rispetto alla gara giocata all’andata a Belluno.
Negli ultimi tre mesi i ragazzi sono evoluti sia dal punto di vista tecnico-individuale, che da quello dell’impatto fisico sulla partita, ma non dobbiamo accontentarci: i margini di miglioramento sono ancora ampissimi e dobbiamo continuare a lavorare con questa intensità e
determinazione per finire la prima parte di stagione al meglio delle nostre possibilità. Questa vittoria è un ‘premio’ per l’impegno che abbiamo messo in palestra, soprattutto in questo ultimo periodo.
A dispetto del largo scarto finale, ci sono stati in ogni caso dei cali di concentrazione – in entrambe le fasi del gioco difensiva ed offensiva – che non possiamo assolutamente permetterci, a maggior ragione per una squadra come la nostra che non è abituata a vincere ogni settimana. Tutto ciò ci deve servire da insegnamento per il prosieguo del nostro
campionato.”


TABELLINO MUSILE: Basso 3, Bergamin 5, Billotto, Busato 11, Cadamuro 2, De Ceglia 7, Jabara 1, Lorenzon 1, Momesso 6, Simonella, Tonet, Zhou 1.