Skip to content

U17 / Musile – Ponte

UNDER 17 – MUSILE INCIAMPA CON IL PONTE DI PIAVE

Sconfitta interna per l’Under 17 della Pallamano Musile che si arrende 18-31 al cospetto del Ponte di Piave. Una prestazione composta da alti e bassi per i ragazzi di Andrea Ferronato: decisivo il blackout offensivo, a cavallo tra il 16′ ed il 27′, che ha deciso le sorti dell’incontro in favore della formazione ospite.
La partenza di Musile è positiva: due contropiedi consecutivi finalizzati da Bergamin portano i locali sul 4-3 all’8′. I padroni di casa, fino a metà periodo, rispondono colpo su colpo alle reti del duo Magoga-Melchiori: il primo gol di Busato sancisce il 7-8 al 16′.
I rossoblu sprecano, a questo punto, diverse occasioni per restare a contatto, mentre nell’altra meta-campo l’ex Melchiori continua ad insaccare con troppa facilità (9-16 al 30).
Al ritorno dagli spogliatoi, il duo Lorenzon-De Ceglia contribuisce a ridurre il gap sul -5 (12-17 al 35′). Le individualità del Ponte riallargano nuovamente la forbice tra le due squadre (13-23 al 43′).
L’ultimo sussulto musilense è firmato da un mini-break di Busato e De Ceglia, ma è ancora l’incontenibile coppia Magoga-Melchiori (24 realizzazioni complessive) a chiudere ogni tipo di velleità di successo (15-28 al 50′).
Negli ultimi dieci minuti i due tecnici danno spazio a tutti i giocatori a propria disposizione: le ultime reti di Musile sono siglate da Momesso e De Ceglia. Termina 18-31.
Il commento di coach Andrea Ferronato: “Non sono totalmente soddisfatto della partita. Di certo abbiamo giocato meglio rispetto all’andata, anche se non ci voleva molto vista la nostra pessima prestazione disputata a Ponte. Ritengo che avremmo potuto disputare l’intera gara con l’applicazione e la concentrazione dei primi 15 minuti. Quando andiamo in difficoltà in fase offensiva, non abbiamo delle individualità che ci consentano di trovare soluzioni alternative: dobbiamo continuare a perfezionare il nostro assetto tattico per limitare questi momenti di
appannamento, oltre ad essere più feroci nelle situazioni di prima e seconda fase a tu per tu con il portiere. Per quanto riguarda la fase difensiva, la prestazione è stata sufficiente, ma possiamo essere di certo più performanti: contro Trieste dobbiamo necessariamente salire di
livello, perciò mi attendo maggiore attenzione e determinazione anche sui piccoli dettagli”.

TABELLINO MUSILE: Basso, Bergamin 3, Busato 3, Billotto, Cadamuro, De Ceglia 4, Jabara, Jovanovic, Lorenzon 3, Marian 1, Momesso 4, Zaninotto, Zhou.