Skip to content

U17M / Musile – Venezia

MUSILE S’INCHINA CONTRO LA SECONDA DELLA CLASSE

Gli Under 17 della Pallamano Musile confezionano una gagliarda prestazione contro il Cus Venezia, ma escono sconfitti 19-31. Un divario forse fin troppo ampio per quanto si è visto all’Arcostruttura: i ragazzi di Andrea Ferronato hanno disputato una partita di buon livello contro un avversario di gran lunga superiore dal punto di vista tecnico e fisico, attualmente posizionato al 2° posto in classifica.
L’avvio della contesa è davvero equilibrato: i padroni di casa rispondono colpo su colpo agli attacchi ospiti (3-3 al 10′).
Alcune disattenzioni difensive, unite al talento del terzino destro veneziano Zanon (12 gol stasera, al debutto stagionale), danno il là alla fuga dei più blasonati lagunari (4-13 al 22′). Tra gli ospiti in questo frangente di gara, oltre al già citato Zanon, a salire in cattedra è anche il portiere granata Rossi, autore di ottimi interventi tra i pali a sigillare la porta cussina.
Sistemate alcune imperfezioni tattiche in difesa, Musile si ricompatta e chiude il primo parziale sotto di nove lunghezze (6-15 al 30′): uno scarto eccessivo, considerata la buona mole di gioco offensiva prodotta da Marian e compagni.
Si torna in campo dopo l’intervallo e, finalmente, i tentativi dei musilensi cominciano ad andare a segno con maggiore frequenza: Busato e Lorenzon spingono i rossoblu al -7 (13-20 al 43′). Il divario resta il medesimo per altri cinque minuti (16-23 al 48′), con un Musile che battaglia ad armi pari contro un Cus Venezia che può vantare davvero tante frecce al proprio arco.
La formazione locale, a questo punto, comincia a pagare gli sforzi compiuti per restare più a lungo possibile in partita, seppure il suo esito non sia mai stato realmente in discussione. Nell’ultimo quinto di gara, i ragazzi di Sebastiano Varponi toccano il +13 (massimo vantaggio, 16-29 al 55′), ma Musile continua a lottare con tenacia fino all’ultimo secondo di gioco: Momesso, autore di un’ottima prova difensiva, sblocca il suo tabellino personale con due reti di pregevoli fattura, intervallate da un’altra bella conclusione vincente dalla posizione di terzino destro di De Ceglia. La partita si conclude sul 19-31 in favore del Cus Venezia.
Il commento di coach Andrea Ferronato: “Anche stasera abbiamo compiuto importanti progressi sotto il punto di vista del gioco organizzato. Eravamo consci del valore dei nostri avversari, in special modo di alcuni ragazzi veneziani ‘fuori categoria’ per l’Under 17, ma i miei ragazzi hanno combattuto a viso aperto e senza alcun timore riverenziale. Abbiamo sofferto meno del previsto la loro fisicità, questo significa che siamo in salute ed anche i dati atletici registrati in settimana sono stati confortevoli sotto questo punto di vista. I primi 15 minuti del secondo tempo sono stati, dal punto di vista offensivo, i migliori della stagione, mentre in difesa abbiamo sofferto un pochino più del previsto, soprattutto con la nostra 6-0 che a Trieste aveva ben figurato. Rispetto alle ultime partite, abbiamo limitato di molto le palle perse e, conseguentemente, i contropiedi subiti;
tuttavia, in alcuni frangenti, non siamo stati lucidi: in certe situazioni, specialmente sul nostro recupero palla, dobbiamo imparare ad essere meno precipitosi ed usare maggiormente la testa. Ora ci rimboccheremo le maniche e da lunedì torneremo in palestra per preparare, con la consueta serietà ed applicazione, l’ultima partita del 2019 (domenica 22 dicembre ad Oriago): finalmente si chiuderà questo ciclo “terribile” di gare (Jolly, Trieste, Venezia ed Oriago) dal quale, in ogni modo, ne stiamo uscendo rinforzati sotto tutti i punti di vista, a cominciare dall’autostima nei nostri mezzi. Speriamo di raccogliere presto i frutti di queste esperienze che abbiamo compiuto nell’ultimo mese di campionato: gennaio sarà il nostro mese della verità.”
TABELLINO MUSILE: Basso 1, Bergamin 1, Billotto, Busato 6, Cadamuro 1, De Ceglia 3, Jovanovic, Lorenzon 3, Marian 2, Momesso 2, Simonella, Tonet, Zhou.